Creare foto perfette dalle scansioni di diapositive e negativi con ColorPerfect: Nikon Coolscan, Nikon Scan 4.0

Aumentate la qualità delle vostre scansioni di diapositive e negativi da Nikon Scan con ColorPerfect! Scoprite di più su come scannerizzare con la vostra Nikon Coolscan. ColorPerfect elabora le scansioni con integrità di colore e offre una flessibilità senza precedenti nell'editing creativo delle immagini. Per sfruttare appieno il potenziale del nostro plug-in Photoshop è importante ottenere dati di immagine che sono stati elaborati il meno possibile (dati RAW). Il seguente tutorial fornisce una spiegazione passo dopo passo su come raggiungere questo obiettivo con Nikon Scan.

Creazione di scansioni lineari di diapositive e negativi con Nikon Scan 4.0

Per produrre scansioni di diapositive e negativi adatte all'ulteriore elaborazione con ColorPerfect o ColorNeg con Nikon Scan 4.0, è necessario effettuare prima due impostazioni generali nel menu opzioni del software.

 

In primo luogo, l'impostazione gamma deve essere cambiata dal suo valore predefinito di 2.2 a 1.0 (gamma lineare). In seguito, il Nikon Color Management System deve essere disattivato nella scheda Gestione colore. Inoltre, puoi anche controllare le impostazioni per Scansione singola e Scansione in serie. Raccomandate per entrambe le impostazioni sono l'Auto Focus Before Scan e l'Auto Exposure for Positive Film. Si raccomanda anche il salvataggio automatico della scansione sul drive. Tutte le altre impostazioni dovrebbero essere lasciate ai loro valori predefiniti. Soprattutto le impostazioni della scheda Advanced Color. Dovrete riavviare Nikon Scan prima che queste modifiche abbiano effetto.

Opzioni per la scansione di diapositive e negativi

 Dopo aver riavviato Nikon Scan, è necessario assicurarsi che la modalità pellicola positiva a colori sia selezionata prima della scansione. Questo è importante se state scansionando diapositive o negativi. Successivamente definite la risoluzione della scansione nell'area Crop. Se scannerizzi per scopi d'archivio, si raccomanda la massima risoluzione fisica supportata dallo scanner, qui 4.000 dpi. Se hai bisogno di un file immagine più piccolo, di solito è meglio ridurre l'immagine risultante in seguito in Photoshop usando tecniche appropriate che scansionare a una bassa risoluzione.

Digital ICE, la funzione di rimozione della polvere e dei graffi, può essere attivata, non ha influenza negativa sul risultato. In molti casi è vantaggioso usare Digital ICE in quanto riduce la quantità di tempo richiesta nel ritocco dell'immagine finale. Digital ICE non può essere usato per la pellicola in bianco e nero. Per le diapositive Kodachrome, la funzione funziona solo con il Coolscan LS-9000.

Scan Image Enhancer è una funzione disponibile solo per i più recenti scanner Nikon. Come tutte le funzioni che dovrebbero "ottimizzare" o "migliorare" le immagini, questa è fatale per le scansioni negative lineari. Pertanto, assicuratevi che rimanga disabilitata. Le impostazioni più importanti si trovano nella sezione Scanner Extras. Qui puoi selezionare la profondità di colore della scansione per canale in bit. Con l'ultima generazione di scanner Nikon, la massima profondità di colore possibile è 16 bit/canale, con la precedente 14 bit/canale, che è anche sufficiente. I modelli di scanner professionali permettono anche di utilizzare il multi-campionamento per ridurre il rumore. Questa opzione può essere usata per massimizzare la qualità. Le aree più dense di un lucido sono quelle più soggette al rumore durante la scansione. Il campionamento multiplo può quindi essere particolarmente utile durante la scansione di negativi a colori. Le aree più dense di tali scansioni contengono molte delle informazioni che formeranno in seguito i toni più chiari dell'immagine positiva.

Migliorare la qualità con l'uso del guadagno analogico

 Una caratteristica speciale della serie Nikon Coolscan è la possibilità di regolare la luminosità della lampada / il tempo di esposizione separatamente per i tre canali di colore che si riferisce al guadagno analogico. Con questo si può ridurre notevolmente o eliminare completamente la maschera arancione del negativo già durante la scansione. In una tipica scansione negativa a colori lineare, il canale blu è più di 2 valori di esposizione più scuro del canale rosso, e il canale verde è spesso più di 1 valore di esposizione più scuro. Per gli scanner moderni con una precisione di 16 bit/canale questo è spesso irrilevante per l'inversione del negativo poiché c'è ancora abbastanza dettaglio con cui lavorare. Per gli scanner più vecchi con 14 bit/canale o solo 12 bit/canale, tuttavia, un aumento della qualità può essere ottenuto equalizzando le luminosità prima della conversione analogico-digitale. Se consideriamo che il canale blu è la parte meno dettagliata della scansione, possiamo vedere che può essere portato al livello di una scansione con 2 bit/canale di precisione in più. Bisogna notare che spesso la luminosità della lampada non può essere aumentata ulteriormente, c'è poi un aumento del tempo di esposizione che rallenta la scansione. Se l'impostazione massima di 2 per il guadagno analogico del canale blu non è sufficiente, è possibile aumentarla ulteriormente aggiungendo un'impostazione Master e un equivalente negativo di quel numero all'impostazione del guadagno analogico del canale rosso. L'uso di questa opzione richiede in ogni caso qualche prova.

Eliminazione del banding nella scansione con il Nikon Coolscan LS-8000

 Quando si esegue la scansione con il Coolscan LS 8000 ED, è necessario attivare l'opzione "Extra-fine scan" sotto lo Scanner Extras (lo screenshot appare sopra), dove solo una delle tre linee CCD viene utilizzata per la scansione dell'originale. Questo rende la scansione più lenta, ma risolve il fastidioso problema delle bande, che è particolarmente comune quando si scansionano pellicole negative. L'immagine di esempio è una piccola sezione di un negativo in bianco e nero con aree abbastanza dense che formano il cielo nel positivo mostrato. Se le striature appaiono nelle aree scure del negativo, cioè le aree luminose del positivo successivo, questa è la soluzione. A causa della frequenza del problema, scansioniamo esclusivamente in modalità Super Fine con il nostro LS 8000.

Per gli scanner dell'attuale generazione, Nikon sembra aver finalmente risolto questo problema, così che la modalità Super Fine non è più necessaria nemmeno per i negativi, e la piena velocità degli scanner può essere utilizzata senza drammatica perdita di qualità.

Difficoltà con l'adattatore per pellicola SA-21

Ci è stato segnalato che quando si usa l'adattatore SA-21 filmstrip, si può selezionare solo la modalità per i negativi a colori e non quella per le diapositive a colori come richiesto. Un modo per aggirare questo problema è usare l'adattatore per diapositive MA-21 in combinazione con un portapellicola FH-3. Tuttavia, il supporto per pellicole FH-3 di solito non è incluso nello scanner e deve essere acquistato separatamente. Non siamo stati in grado di approfondire la questione, ma dato che il problema descritto è probabilmente un problema di software, potrebbe valere la pena di controllare prima se VueScan Professional o SilverFast impediscono anche l'uso dell'SA-21 in modalità positiva, se si possiede già uno dei due prodotti software.

Modelli di scanner supportati

NikonScan 4.x supporta i seguenti modelli di scanner: Nikon Super Coolscan LS-4000 ED, Nikon Super Coolscan LS-5000 ED, Nikon Super Coolscan LS-8000 ED, Nikon Super Coolscan LS-9000 ED, Nikon Coolscan IV (LS-40) e Nikon Coolscan V (LS-50). Per i modelli più vecchi come il Nikon Coolscan LS-2000 o Nikon Coolscan III (LS-30) è necessaria una versione precedente di NikonScan. In alternativa VueScan Professional può essere utilizzato con tutti questi scanner.